Markku Komonen vs Pepe Barbieri

ARCHITETTURE FREDDE

Il binomio caldo-freddo è stato il filo conduttore della conferenza tenutasi all’auditorium del Cotonificio venerdì 3 luglio alle 17.00. Il dialogo tra Markku Komonen e Pepe Barbieri ha messo in discussione infatti alcuni luoghi comuni: durante il dibattito si è colto quanto possa essere calda l’architettura di un finlandese e quanto possa esserci di freddo nell’opera di un italiano. E come il senso di queste categorie interpretative possa essere variamente inteso. Il primo ha iniziato l’incontro presentando alcuni progetti dello studio Heikkinen-Komonen: l’Heureka Finnish Science Center di Helsinki, l’European Film College di Ebeltof (Danimarca) e l’ambasciata finlandese a Washington sono tra le principali opere progettate negli anni Ottanta e Novanta.
L’intervento di Pepe Barbieri inizia dall’analisi del titolo dato all’incontro che lo vede protagonista, cercando di definire cosa siano “caldo” e “freddo” nell’arte e nell’architettura. «McLuhan classifica come freddi i media che hanno una bassa definizione e richiedono quindi un’alta partecipazione da parte dell’utente, mentre i media
caldi sono caratterizzati da un’alta definizione e di conseguenza da una scarsa partecipazione». Una distinzione simile si può applicare, secondo Barbieri, anche al mondo dell’arte e, in particolare, a due delle avanguardie storiche dell’arte italiana: la corrente metafisica e quella dell’astrattismo.

Annunci

~ di fAR workshop su luglio 7, 2009.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: