BOTTICINI & DE APPOLONIA (ABDA ARCHITETTI)

ABDA si configura come una società di ricerca sul progetto di architettura.
A questo fine assume quale orizzonte di riferimento per la propria sintesi progettuale la complessità di un mondo frammentato e multiforme. La risposta architettonica, che nasce in rapporto a questo quadro, diviene necessariamente sempre diversa ed articolata, caratterizzata in relazione alle specifiche condizioni tematiche e contestuali.
Si produce nella ricerca di questo fine, una architettura “reattiva “ che fa del contenuto concettuale ed ideativo il proprio nucleo fondativo, costituendo un risultato rispondente in modo non omologato alle sollecitazione che le richieste d’ uso e di rappresentazione dei contenuti pongono.
L’elaborazione progettuale diviene così occasione di sistematica sperimentazione, individuando alle diverse scale di intervento una pratica significativamente trasformativa, quale risposta alla generale “crisi dei luoghi”, operando nella costruzione di relazioni che sintetizzino ragioni insediative, di contenuto abitativo e costruttive.

ABDA nasce nel 2008 dalla fusione di due studi di architettura esistenti (Camillo Botticini dal 1993 sito a Brescia e Giulia De Appolonia sita in Portogallo dal 2000 e a Pordenone dal 2005).
La precedente esperienza internazionale di Giulia De Appolonia in Portogallo (dove ha realizzato un museo), ha consolidato l’attitudine a lavorare all’estero.
I molti anni trascorsi in qualità di collaboratrice in un importante studio di architettura di Lisbona, ha maturato una esperienza concreta nella gestione di progetti di opere pubbliche e private di grande dimensione, e nello sviluppo di progetti complessi, dimostrando la capacità di coordinare e gestire gruppi di lavoro su progetti a grande scala.
Camillo Botticini ha sintetizzato nel suo lavoro ricerca progettuale con quella accademica al Politecnico di Milano, ricevendo per le opere realizzate numerosi riconoscimenti nazionali ed internazionali, a sottolineare il carattere di sperimentazione materializzato su casi concreti, in una sintesi tra pragmatismo e ideatività. A queste attività ha unito la partecipazione a concorsi internazionali in Italia e all’estero.
abda è acronimo di “architetti botticini-de appolonia e associati” (due giovani partners: Stefano Ferracini formatosi all’università di Porto e Nicola Martinoli cresciuto nello studio Botticini architetti).
Nel primo anno di attività la società che presenta uno staff di 15 architetti sta lavorando su importanti temi progettuali legati a prestigiose committenze quali:
un intervento di edilizia residenziale per 165 alloggi ed un parco a Brescia, per la societa’ Europarisorse; un “edificio complesso” che integra scuole materna ed elementare, la sede della Nuova accademia delle belle arti, ed un edificio residenziale (48 alloggi); il nuovo Policlinico di Milano a seguito del concorso vinto con Techint e con Boeri studio; il nuovo palasport di Cantù (8000 posti) e connesso centro commerciale (13000 mq) con la Turra Costruzioni; la nuova sede per la Telecom locale a Tripoli (incarico ottenuto dopo una consultazione internazionale); un intervento di edilizia residenziale a Stezzano (Bg); una spa con albergo (80 camere) e residenze (40 alloggi) a Ponte di Legno (BS); un centro natatorio e fitness a San Giuliano milanese.
Sia singolarmente che come Studio Associato sono presenti in mostre nazionali e internazionali, i loro progetti sono stati pubblicati dalle maggiori riviste di settore, partecipano a concorsi e hanno ottenuto molti riconoscimenti.


COSTRUIRE UNA NUOVA VENEZIA

Camillo Botticini e Giulia De Appolonia (ABDA)
Tutors: Stefano Ferracini, José Adrião

Venezia costituisce un mito per quanto rappresenta nella storia dell’insediamento umano. La presenza dell’acqua, di una complessità urbana senza eguali, unita ad una stratificazione di diversità sintetizzate in una unità compiuta, ha generato un luogo unico, la migliore delle città invisibili descritte da Calvino.
Le qualità che la caratterizzano divengono paradossalmente un elemento di crisi.

Come vittima della sua meraviglia Venezia diviene città turisticizzata, imbrigliata nella sua memoria e immutabilità, tanto da diventare “simulacro lasvegasiano” di se stessa.
Attualizzando la ricerca muratoriana ci si chiede se sia possibile assumere in positivo le sua qualità, immaginandola come una città contemporanea, ricercandone matrici e valori, ed integrandola ad una possibile espansione che ne interpreti criticamente l’eredità.
Il progetto può, partendo dalla “lezione di Venezia”, costituire una specifica e più generale riflessione sul rapporto tra artificio e paesaggio (tra costruito ed acqua, tra infrastrutture e struttura insediativa), ma anche una possibile idea di come restituire una nuova possibilità di esistere al nucleo antico.
Tra l’approdo internazionale (l’aeroporto di Tessera), l’isola di Murano e la costa tra Cannaregio e Castello, gli studenti sono invitati ad immaginare una possibile “nuova Venezia”, una struttura abitata, costruita sull’acqua, che oltre ad integrare diverse funzioni urbane (residenza, terziario, commercio, tempo libero) costituisca una nuova porta d’accesso alla città con le infrastrutture ad essa connesse (viabilità e parcheggi, stazione di scambio intermodale).

Si propone di lavorare in gruppi formati a seconda delle soluzioni preliminarmente ipotizzate da ciascuno, che svilupperanno come metodologia di lavoro un modello che permetta una costante visualizzazione tridimensionale del progetto in divenire, al quale si affiancherà nella presentazione finale una componente grafica di rappresentazione bidimensionale sintetizzata in pannelli A0/A1.

Annunci

Una Risposta to “BOTTICINI & DE APPOLONIA (ABDA ARCHITETTI)”

  1. lascio un commento????????????????????????????? MA VI AMO
    (angiola)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: