BUCCI

Angelo Bucci
Laureato della FAUUSP (Facoltà di Architettura e Urbanistica dell’Università di San Paolo), nel 1987, Angelo Bucci consegue il Master nel 1998 e il Dottorato nel 2005.
Dal 1989 è impegnato sia in attività didattiche sia nella progettazione con il proprio studio d’architettura, il SPBR arquitetos.
Durante gli anni Novanta ha tenuto lezioni in diverse Facoltà dell’America Latina e in Europa, è stato invitato come Visiting Professor in Argentina, Ecuador, Cile e Stati Uniti.
Dal 2001 è professore presso la FAUUSP di San Paolo. Nel 2008 è stato visiting professor presso la GSD Harvard, e presso il MIT.
È stato socio fondatore degli studi d’architettura Arquitetura Paulista, con Álvaro Puntoni e Alvaro Razuk (tra il 1989 e il 1992), e MMBB con Milton Braga, Fernando de Mello Franco e Marta Moreira (tra il 1996 e il 2000).
Dal 2003 dirige lo studio SPBR arquitetos, www.spbr.arq.br.
Nel 1991 ha vinto il primo premio del concorso per il Padiglione del Brasile, per l’Expo di Siviglia. Tra i molti riconoscimenti professionali si ricordano: la nomina per il Premio Mies van Der Rohe nel 2000; il primo premio per il progetto di concorso per il Memoriale alla Repubblica in Piracicaba (2002); il primo premio per la Nuova Biblioteca Centrale della Pontificia Università Cattolica di Rio.
Suoi progetti e saggi sono presenti nelle maggiori pubblicazioni internazionali.

PIAZZA NEL BACINO SAN MARCO
STAZIONE SUB-LAGUNARE

Angelo Bucci
Tutor: Taneha Kuzniecow
Collaboratori: Marco Ballarin, Nicola Bedin

Dal precedente WS 08 tenuto da Renato Rizzi
Come camminare dove non c’é pavimento?
Venezia: terre sottratte al mare, pezzi di città da navigare.
Le città esibiscono l’arsenale tecnico e simbolico che ci arma nelle operazioni architettoniche. A Venezia il confronto tra la terra e l’acqua è una chiara dicotomia. Eppure la città ci offre anche l’opportunità per superarla. Basterebbe pensare i canali come ponti tra acqua e acqua. Oltre a queste opposizioni, la città ci stimola a considerare alcune trasposizioni di significato che essa esibisce come metafore costruite: strade come canali, isolati come isole, case come navi, piazze secche nel mare, come San Marco, e piazze di mare nella terra, come le darsene.
Infine, Venezia ci fa desiderare di costruire con chiarezza altre trasposizioni di significato che appena insinua. È Il desiderio di trasformare ciò che è potenza, in atto.

La piazza, secca al centro della laguna, è l’immagine di questo Workshop.
Questa piazza si sviluppa a partire dalle possibilità offerte dalla nuova infrastruttura, proposta dalla sub-lagunare, progetto che contiene in sé un grande potenziale per la trasformazione, e connessione, dell’insieme urbano rappresentato da Venezia, Mestre e Lido.
La stazione sub-lagunare nel Bacino San Marco è la piazza del progetto.
In questo punto il tunnel si apre verso il cielo. Finestra.
La configurazione di questo spazio s’insinua, come una Piazza San Marco ribassata fino al limite, in cui il livello delle coperture dei palazzi circostanti si approssima al livello massimo delle acque. Altane come fondamenta.

La sua posizione equidistante, tra San Marco, Giudecca e San Giorgio, consiglia la preservazione dello skyline esistente, come se il livello massimo della “piazza” non superasse la cima delle piccole imbarcazioni. La Piazza come scafo di una grande nave.

Questa posizione strategica nel “centro acquatico” di Venezia, ed anche il suo collegamento diretto con l’aeroporto internazionale, suggerisce un importante terminal intermodale: sub-lagunare – vaporetto. Irradiazione.

In queste condizioni, l’infrastruttura turistica è il programma principale da affrontare in un grande spazio libero per completare i vuoti di Venezia.
Tuttavia, adiacente ad essa, in modo da guardarla da un altro angolo e comprenderla in maniera diversa, come una specie di Mose al contrario, perché qui è la città che inonda il mare.

Un riferimento: Kenzo Tange, progetto per la Baia di Tokio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: