FLORES & PRATS

Ricardo Flores e Eva Prats
Flores & Prats Arquitectes è uno Studio di Barcellona fondato nel 1998 da Eva Prats e Ricardo Flores. Da allora lo studio si è interessato a differenti tipi di progetto, specialmente attraverso concorsi per l’amministrazione pubblica.
Questi progetti includono edifici pubblici e di abitazioni (edifici di abitazioni a Barcellona e Lèrida, “Museo de los Molinos” a Palma de Maiorca, Hotel a Barcellona, “Centro Culturale Palau Balaguer” a Palma de Maiorca, Piano per la Riabilitazione Integrale del Centro Storico di Vilanova i la Geltrú), così come spazi collettivi, esposizioni e installazioni specifiche per grandi istituzioni culturali e musei, come la “Fundaciò Tàpies”, la “Fundaciò Mirò” y el “Centre de Cultura Contemporània” di Barcellona.
Eva Prats e Ricardo Flores si laureano in Architettura nel 1992, e completano i loro studi di dottorato alla Escuela Tècnica Superior de Arquitectura de Barcelona. Oltre a sviluppare la loro pratica professionale sono docenti presso la Etsab di Barcellona.
Sono stati professori invitati alla Arizona State University di Phoenix, Royal Danish Academy di Copenaghen, Newcastle University del Regno Unito, University of Sidney Faculty of Architecture, Curtin University of Technology di Perth, presso la Facoltà di Architettura di Roma “La Sapienza”, e alla Facultad de Arquitectura de Buenos Aires.
Nel 1998 iniziano a lavorare insieme, ottenendo alcuni riconosciementi tra i quali: il Primo Premio nel Concorso Internazionale EUROPAN III, il Primo Premio nel Concorso Nuovo Fronte Marittimo di Calpe (Alicante), il Primo Premio nel Concorso Piano Particolareggiato del Centro Storico di Vilanova y la Geltrú (Barcelona), opera che riceve il Premio Medaglia d’Argento nella 3ª Biennale Internazionale di Urbanismo di Buenos Aires (Aprile 2000); il Primo Premio dell’Ordine degli Architetti delle Baleari 2002-03, per il Museo dei Mulini di Palma di Maiorca, opera che è stata selezionata al “Prize for Contemporary Architecture – Mies van der Rohe Award 2005”, ed è stata finalista nella IV Bienal Iberoamericana de Lima (Perù) nel 2004; il Primo premio nella Triennale di Architettura del Baix Llobregat 2005, per la riabilitazione e ampliamento della Nave YUTE’S a Sant Just Desvern, progetto finalista dei premi FAD 2006. Recentemente ottengono il “Grand Award for the Best Work in Architecture” nel Summer Show della Royal Academy of Arts di Londra, per il progetto del Museo dei Mulini.
Dei progetti dello studio si sono realizzate esposizioni monografiche (COAC di Barcellona, e Castello di Chiaramonte di Agrigento, Sicilia), e collettive (Berlage Institut Rotterdam, Architekturzentrum Vienna, Palau Solleric di Palma, Swiss Architecture Museum di Basilea, Deutsches Architekturmuseum di Francoforte, Museu d’Art Contemporani di Castellò, Royal Academy of Arts di Londra e Arkitekturmuseet di Stoccolma).
www.floresprats.com

ATTRAVERSO LA TELA
Ricardo Flores, Eva Prats
Tutors: Alberto Collet, Amanzio Farris

L’intenzione di questo workshop è quella di rivisitare la storia della domesticità, e più specificamente la proposta architettonica enunciata nei dipinti olandesi del XVII secolo. Gli studenti lavoreranno con uno di questi interni olandesi, dipinti da Pieter de Hooch ed Emanual de Witte.
Queste scene domestiche, preziosamente rappresentate da questi artisti olandesi, suggeriscono una serie de spazi connessi che relazionano l’interno con l’esterno, evidenziando modulazioni di profondità spaziale, e distanza da un luogo all’altro.
L’esercizio propone di seguire il movimento dell’occhio attraverso i dipinti, e da questa osservazione disegnare una casa che contenga le qualità spaziali che possono essere trovate in questi dipinti.
Questa casa sarà un’estensione dello stesso quadro, immaginando una continuità della scena rappresentata.
Gli studenti giungeranno a questo progetto attraverso l’analisi delle immagini, e del tipo di vita che questi pittori cercavano di rappresentare, l’uso degli spazi, le sue dimensioni, le sue gerarchie, la luce…
La pittura è il punto di partenza. Gli studenti disegneranno a partire dall’informazione recepita nel quadro, scoprendo ed espandendo le idee del pittore, attraverso il disegno a mano e la costruzione di modelli.

Bibliografia:
Pieter de Hooch. 1629-1684. Peter C. Sutton editor, Dulwich Picture Gallery, September-November 1998.
Home. A Short History of an Idea, Witold Rybczynski. Ed. Viking Penguin, 1986.
The family at grace. A theme in Dutch art of Seventeenth Century, by Wayne Franits, in SEMIOLUS Vol. 16 (1986).
Rich children and family saying grace: Two related aspects of the iconography of late Sixteenth and Seventeenth Century domestic morality, by P.J.J. van Thiel, in SEMIOLUS Vol. 17 (1987).
Through the Looking-Glass and what Alice found there, by Lewis Carroll, with illustrations by John Tenniel.
Translations from Drawing to Building and other essays, Robin Evans, AA Documents 2, London 1997.
John Soane Architect. Royal Academy of Arts, London, December 1999. Catalogue of Exhibition “John Soane, Architect: Master of Space and Light”.
Education of an Architect. The Irwin S. Chanin School of Architecture of the Cooper Union. Rizzoli Ed. 1988.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: